La "naturale capacità di comunicazione" della poesia